www.rigassificatorenograzie.com


Vai ai contenuti

n23 - 08.02.2011

Comunicati stampa

Prec.
Succ.

Comunicato stampa
N
23 del 08.02.2011


E' di oggi la notizia che i rigassificatori previsti in Italia saranno al massimo due. Lo ha affermato il sottosegretario alle attivit produttive Stefano Saglia, intervenendo ad una conferenza organizzata a Milano dall'Assolombarda.
I rigassificatori si potranno contare in futuro sulle dita di una mano e non pi di due, ha affermato e a questo punto sarebbe interessante conoscere dove saranno localizzati questi due rigassificatori. Soprattutto se in questo elenco c' l'impianto che Gas de France vuole costruire al largo di Porto Recanati. A meno che, considerato il fatto che la sua localizzazione al di fuori dalle acque territoriali, esso non venga preso in considerazione dai responsabili di Governo.
Peraltro preoccupa l'affermazione, sempre del sottosegretario Saglia, secondo la quale "il numero delle infrastrutture (i rigassificatori, ndr) non sar definito da una normativa, ma sar selezionato dal mercato". Scelta che appare quanto meno ambigua perch affidata a semplici ipotesi, a calcoli presunti, agli innegabili condizionamenti e pressioni che le societ costruttrici riusciranno ad esercitare sugli enti incaricati di rilasciare le autorizzazioni di legge.
A questo punto chiediamo a tutti i parlamentari marchigiani, cos come a tutti gli enti locali, di approfondire al pi presto quanto affermato dal sottosegretario Saglia.
E' un'occasione irripetibile per capire in maniera inequivocabile se il rigassificatore che Gas de France vorrebbe nel mare Adriatico davanti a Porto Recanati verr realizzato oppure no.

COMITATO RigassificatoreNoGrazie
Il Presidente
Avv. Anna Maria Ragaini

www.rigassificatorenograzie.com


Torna ai contenuti | Torna al menu