www.rigassificatorenograzie.com


Vai ai contenuti

n°17 - 01.03.2010

Comunicati stampa

Prec.
Succ.

Comunicato stampa
17 del 01.03.2010


Il comitato RigassificatoreNoGrazie di Loreto, che da mesi si batte contro la realizzazione del rigassificatore previsto dalla società Gas de France al largo della costa di Porto Recanati, accoglie con soddisfazione il pronunciamento della Conferenza episcopale marchigiana contrario alla costruzione della centrale turbogas progettata dalla Edison a Corinaldo.
In particolare il comitato apprezza il richiamo alla difesa della salute fisica delle persone e delle famiglie, nonché all'impegno a preservare il suolo, l'aria e l'acqua da tutto ciò che inquina. Così come è pienamente apprezzabile la raccomandazione dei vescovi delle Marche a non localizzare impianti a rischio in aree ad alta densità abitativa e nei pressi di città storiche di valore universale.
Il comitato RigassificatoreNoGrazie coglie l'occasione per ricordare che tali rischi sono connessi anche al progetto della multinazionale francese.
La tecnologia dell'impianto, ad esempio, finirà per provocare un abbassamento sensibile delle temperature del mare Adriatico, in un'ampia area antistante il parco marino del Conero, mettendo in pericolo la sopravvivenza della fauna ittica, nonché dell'intero ecosistema della zona, con danni irreversibili. Inoltre il rigassificatore, se realizzato, avrà la sua influenza su un territorio nel quale sono comprese cittadine di grande rilevanza religiosa e storica, come lo sono Loreto e Recanati. Così come non va tralasciata la valutazione circa l'opportunità di un impianto del genere per quanto riguarda le effettive necessità di energia dell'Italia nel mediolungo periodo, che alla luce delle previsioni degli esperti sarebbero inferiori a quanto ipotizzato dalla multinazionale francese e che pertanto finirebbero per far diventare il territorio marchigiano semplicemente una piattaforma di passaggio del gas naturale, senza alcuna relazione con il fabbisogno energetico di famiglie e aziende delle Marche.
Il comitato RigassificatoreNoGrazie auspica perciò che la posizione dell'episcopato marchigiano su questi temi sia tenuta in considerazione in ogni sede e sia sempre più al fianco di quei cittadini che si battono affinché valori come l'ambiente, la salute, il territorio non vengano messi in pericolo in ragione di calcoli opportunistici, che non tengono in alcun conto la tutela delle persone in tutte le loro espressioni.

COMITATO RigassificatoreNoGrazie
Il Presidente
Avv. Anna Maria Ragaini

www.rigassificatorenograzie.com


Torna ai contenuti | Torna al menu