www.rigassificatorenograzie.com


Vai ai contenuti

n°06 - 14.11.2009

Comunicati stampa

Comunicato Stampa
06 del 14.11.2009

Il Comitato Rigassificatore No Grazie, dopo aver partecipato all’assemblea-dibattito del 9 novembre scorso, a Recanati, nel corso della quale il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca ha esposto un resoconto dell’attività svolta dalla maggioranza di centro-sinistra, ha preso atto con soddisfazione della disponibilità manifestata a confrontarsi con tutte le parti sul problema del rigassificatore previsto al largo della costa marchigiana.
Abbiamo apprezzato il fatto che il Presidente Spacca abbia voluto parlare di Recanati come di un luogo di indiscusso pregio e non certo avulso dal territorio dei paesi limitrofi, ma che al contrario si incastona mirabilmente in un contesto che, attraverso i paesi vicini, giunge alla riviera del Conero e all’intera regione.
Abbiamo apprezzato l’intenzione di valorizzare sempre di più tale territorio proiettandone nel mondo l’immagine turistica, fondata sull’inestimabile patrimonio ambientale e culturale.
Siamo, infine, soddisfatti nell’avere preso atto dell’impegno della Regione Marche di portare avanti ogni attività diretta a garantire e promuovere la sicurezza e la salute delle persone e dell’ambiente, subordinando a tali valori fondamentali ogni altro interesse.
Il Presidente Spacca ha, infine, dichiarato di voler discutere le problematiche connesse al rigassificatore con enti e istituzioni, attraverso pubblici dibattiti, in modo che tutti i cittadini interessati possano prendervi parte.
Il nostro Comitato si attiverà per rendere possibili, nel più breve tempo tali iniziative, per permettere di mettere a confronto le ragioni del SI con quelle del NO al rigassificatore.
In quest’ottica chiediamo un confronto con gli assessori all’ambiente della Provincia di Ancona e di Macerata, alla luce delle recenti dichiarazioni fatte dall’assessore Marcello Mariani, della Provincia di Ancona, il quale, parlando del progetto di realizzare il parco marino del Conero, ha affermato che “se un anno e mezzo fa tutte le amministrazioni del territorio avessero lavorato insieme per l’istituzione dell’area marina protetta del Conero, oggi la questione del rigassificatore neppure si porrebbe”.
Questa considerazione deve far riflettere sulla incompatibilità dell’impianto con il parco marino, per gli indubbi problemi che sussistono a causa dell’impatto ambientale che comporta.
E’, dunque, importante il confronto con i due assessori, se è vero, come crediamo e come ancora si legge nel comunicato dell’assessore Mariani, che “Questo progetto (il parco marino) conserva ancora oggi tutta la sua validità in quanto rappresenta una leva di crescita turistica economica rilevante, anche dal punto di vista dei livelli occupazionali, e ambientalmente sostenibile”.


COMITATO RigassificatoreNoGrazie
Il Presidente
Avv. Anna Maria Ragaini

www.rigassificatorenograzie.com



Torna ai contenuti | Torna al menu