www.rigassificatorenograzie.com


Vai ai contenuti

n°04 - 28.10.2009

Comunicati stampa

Comunicato Stampa
04 del 28.10.2009



Il Comitato “Rigassificatore No Grazie”, cercherà di prendere parte alla conferenza stampa che si terrà domani in Ancona, per porre alcune domande alla società Gaz de France.
Purtroppo non sappiamo se potremo farlo e neppure se saremo ammessi alla conferenza.
Come Comitato, infatti, non ne avremmo titolo e, pertanto, a meno che non vi sia il consenso della Gaz de France, non potremo formulare le nostre domande.
Per questa ragione ci permettiamo di sollecitare gli organi di informazione perché possano prendere eventualmente spunto anche dalle nostre richieste, onde capire quali saranno le intenzioni della Gaz de France, pure in considerazione dell’incontro che si terrà a Numana il giorno 3 novembre p.v., tra i Comini interessati a saperne di più.
Domande:

1) La circostanza che nell’ultimo mese e mezzo o due la Gaz de France ha preso contatto con alcune Amministrazioni Comunali dei territori limitrofi a Porto Recanati deve essere interpretata nel senso di un riconoscimento del fatto che anche tali comuni saranno coinvolti dagli effetti connessi alla realizzazione dell’impianto?
Se la risposta è no, per quale motivo sono andati?
Se la risposta è sì, perché è stato fatto solo alla vigilia della realizzazione del progetto?
In sostanza, perché non sono state coinvolte prima tutte le comunità interessate, permettendo una completa informazione che certamente va fatta tenendo conto di tempi tecnici che non sembrano più esserci, almeno se è vero quanto si afferma circa l’imminenza di decisioni da parte di organi territoriali quali il Comune di Porto Recanati e la Regione Marche?

2) La conferenza stampa rappresenta il primo atto indice della reale volontà di essere trasparenti e, quindi, dell’intenzione di confrontarsi sul problema o vuole essere solo il momento in cui la Gaz de France desidera “informare” la collettività circa decisioni già prese, in modo unilaterale e, fin qui, molto “discreto” (per usare un eufemismo)?
Nel primo caso, che auspichiamo, la Gaz de France intende dichiarare la sua disponibilità ad un confronto pubblico che metta in contraddittorio le ragioni del sì con quelle del no?
Nella seconda ipotesi, non sembra alla Gaz de France che, per soddisfare il bisogno di informazione e conoscenza, una conferenza stampa sia veramente troppo poco e che, soprattutto, essa sia troppo poco rispettosa (per usare di nuovo un eufemismo) verso i cittadini?


COMITATO RigassificatoreNoGrazie
Il Presidente
Avv. Anna Maria Ragaini

www.rigassificatorenograzie.com



Torna ai contenuti | Torna al menu